Agenzia delle Entrate, la nuova strategia che rivoluzionerà i controlli fiscali

IMG_2320

La lotta all’evasione cambia passo” afferma l’Agenzia delle Entrate.
L’Amministrazione finanziaria, con la circolare 16/E del 28 aprile 2016, rende noto il proprio indirizzo operativo per la prevenzione ed il contrasto all’evasione.

L’Amministrazione ”dovrà affinare sempre di più la qualità dei controlli, evitando lo spreco di energie in contestazioni puramente formali o di ammontare esiguo e concentrandosi piuttosto su concrete e rilevanti situazioni di rischio. Le presunzioni fissate dalla legge a salvaguardia della pretesa erariale saranno applicate secondo criteri di proporzionalità e ragionevolezza, grazie alla collaborazione del contribuente che potrà dimostrare e giustificare eventuali anomalie.”
Verrà “Accantonata la caccia all’errore involontario”, saranno “abbandonati i recuperi solo formali o per importi esigui che oltre a creare inefficienza danno una percezione errata dell’operato dell’Agenzia” ribadisce l’Agenzia delle Entrate, sottolineando il nuovo indirizzo operativo “ Sempre più centralità nel rapporto tra Fisco e contribuenti: il dialogo, la trasparenza e un approccio chiaro, semplice e privo di preconcetti saranno fondamentali per far percepire la correttezza e la proporzionalità dell’azione di contrasto. Intensificazione e lotta senza quartiere alle forme di evasione più gravi e alle frodi, fenomeni contro i quali l’Agenzia mette in campo, oltre a tecniche innovative che vanno nella direzione di un sempre più incisivo incrocio delle banche dati, una chiara e intensa azione di contrasto anche nei confronti di chi per mestiere idea o facilita sistemi evasivi complessi… ”

Fonte Agenzia delle Entrate –circolare 16/E/2016 –comunicato stampa 28 aprile 2016

Circolare_controlli_fiscali_28.04.16